sindrome-tunnel-carpale-fisioterapia-fisicamente-predazzo

Sindrome del tunnel carpale

Il tunnel carpale è uno stretto canale a livello del polso, formato da legamenti e ossa. All’interno vi scorre il nervo mediano insieme ai tendini che permettono alla mano di
chiudersi. Si parla di sindrome del tunnel carpale quando un aumento della pressione in questo canale crea un’alterazione del rapporto tra contenuto e contenente e quindi una compressione del nervo mediano, la cui funzione viene compromessa.

Cosa lo causa?

Questo può essere causato da movimenti ripetitivi (attività lavorative o sportive che richiedono l’uso frequente dell’articolazione), infiammazione dei tendini contenuti nel
tunnel, artrite, fratture mal allineate e a volte cambiamenti ormonali femminili (menopausa). L’aumento dell’utilizzo del computer nella nostra quotidianità incide sicuramente sul presentarsi della patologia.

Quali sono i sintomi?

Il paziente riferisce sensazione di torpore, di formicolio o di bruciore alle prime tre dita della mano, associata a dolore e difficoltà nell’utilizzo della mano, spesso nell’afferrare oggetti o nel muovere il pollice. I sintomi peggiorano durante la notte o durante le prime ore del giorno. Si può notare una diminuzione della forza del pugno ed a volte la caduta degli oggetti dalle mani.

Come viene trattata?

Se non vengono trattati, questi sintomi possono portare a dolore acuto e persistente, tanto da evolvere verso situazioni invalidanti che non permettono di utilizzare le mani nelle attività di vita quotidiana. In casi estremamente gravi sarà necessario l’intervento chirurgico. Il trattamento conservativo (non chirurgico) prevede fisioterapia (terapie manuali, esercizi per riacquistare l’articolarità, la forza e la stabilità, correzione della postura ecc…) a volte l’utilizzo di un tutore notturno ed il trattamento farmacologico.